Con Clown senza frontiere al World Forum per la Pace

Durante il Forum, per Clown senza Frontiere Svizzera tre alumni dell’Accademia Teatro Dimitri animeranno un workshop e uno spettacolo

Anche quest'anno si terrà a Lugano, dal 12 novembre al 13 dicembre, l'8° World Forum per la Pace, che discuterà il tema "Pace e tutela della persona e dell'ambiente".

In questo contesto il 12 novembre due rappresentanti di Clown senza frontiere Svizzera e alumni dell'Accademia, Giorgia Marzetti e Jakob Sambeth, terranno un workshop per ragazzi delle scuole elementari e medie, all'insegna del teatro e della comicità.

Lo stesso giorno Jakob Sambeth e Jean-David L'Hoste-Lehnherr, sempre alumni dell'Accademia e membri della compagnia PourÇa, animeranno la scena dell'evento con un piccolo spettacolo di clown, giocoleria, acrobazia e musica.


Clowns Senza Frontiere Svizzera

L’associazione è stata fondata ed è composta da Clowns che intervengono nelle aree del mondo colpite da crisi, e che ricercano continuamente la comunicazione tra le persone che appartengono a culture diverse. Nel mondo del teatro, sappiamo che la presenza scenica di chi è sul palco è fondamentale per la comunicazione ed il coinvolgimento del pubblico. Nella vita di tutti i giorni, invece, si sottovaluta spesso il potenziale della presenza che portiamo come individui e che, in realtà, è già di per sé molto ricca e preziosa per muoverci nel mondo: dato che ognuno si esprime in maniera diversa dagli altri, possiamo affermare che tutti conserviamo qualcosa di speciale dentro di noi.

La sezione svizzera nasce grazie all'iniziativa di un alumno master dell'Accademia Teatro Dimitri, Paul Gomez, che ha lavorato alla sua fondazione e ha avuto la soddisfazione di vedere accettata la presenza della sezione svizzera nell'associazione nel maggio del 2017, proprio con sede a Verscio.

su Clown sand Frontières - Swiss: clicca qui.

Workshop

Giorgia Marzetti e Jakob Sambeth, alumni dell’Accademia Teatro Dimitri, propongono un workshop aperto a tutte le fasce di età in cui, attraverso giochi di movimento, di ascolto e di scambi di ruolo, ogni partecipante si introduce al gruppo utilizzando niente meno che la propria presenza. Sarà proprio la comicità, presente nei giochi del Clown, che permetterà a tutti i partecipanti di apprezzare con semplicità le qualità di ogni membro del gruppo. Attraverso la risata, miriamo a ridurre la distanza tra le persone. È un’esperienza all’insegna dell’apertura del singolo verso il collettivo, e del rispetto all’interno di un “insieme” in cui tutti sono necessari e fondamentali perché si crei un vocabolario comune.

Attraverso il gioco, si passa per il fenomeno affascinante dell’integrazione, portando con sé la coscienza di far parte di qualcosa che può unirci tutti: la solidarietà. 

sul forum della pace e i suoi eventi: clicca qui.

Info

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle attività e gli eventi dell'Accademia.




Notizie