Linee Guida dell’Accademia Dimitri

La concezione e lo sviluppo dell’Accademia sono condotte in linea con tre grandi sfere o concetti, che sovraintendono a ogni attività della scuola.

Ad oggi l’Accademia non ha perso il carattere avanguardistico e stimolante che i suoi fondatori Dimitri, Gunda e Richard Weber le avevano trasmesso sin dal 1975: la tradizione teatrale vive accanto a pratiche innovative e al cuore dell’insegnamento vi sono sempre il corpo e il movimento, declinati in varie forme e dimensioni. L’Accademia continua a impegnarsi per offrire un ambiente che favorisce novità, confronti e scambi vivaci, ampliandosi e sviluppando la sua offerta formativa così come numerosi progetti di ricerca applicata e di base.

Questo sviluppo della scuola e dei suoi diversi settori è guidato da tre linee guida – Corpo e movimento, Cultura, Diversità – che orientano e ispirano la creazione artistica, la riflessione teorica e il lavoro pratico sviluppati all’interno dei settori istituzionali dell’Accademia, in dialogo con enti e istituzioni esterni, SUPSI, Scuole universitarie, Scuole d’arte, Teatri e luoghi di cultura, come pure con il territorio, a livello regionale, nazionale e internazionale.

Corpo e movimento

Coerentemente con quanto avviato dai fondatori della scuola, il corpo e il movimento sono al centro dell’operato dell’Accademia: tutti i suoi settori – la formazione innanzitutto, ma anche la ricerca e le prestazioni di servizio offerte al territorio – operano e si sviluppano sotto l’indirizzo del Physical theatre.

Presso l’Accademia, il corpo è inteso come strumento di lavoro; il movimento come modalità espressiva e origine di forme e contenuti artistici. Questa scelta pedagogica posiziona precisamente il lavoro della scuola e in particolare il tipo formazione. In un teatro che parte dal corpo, in cui le immagini e il visuale hanno un peso rilevante, la creazione dello studente deve necessariamente intrecciare in maniera precisa forme e contenuti, che vengono trasmessi secondo scelte espressive organiche e chiare.

Se, ai fini dello studio, l’approccio Physical theatre va inteso come pratica volta a privilegiare obiettivi artistici, le sue caratteristiche si prestano anche a essere declinate con profitto in ambiti diversi, come quelli dell’educazione, della comunicazione, della sanità o del lavoro sociale, contesti nei quali l’Accademia, specie nei suoi progetti di ricerca e nell’ideazione di esperienze al servizio del territorio, è particolarmente attiva.

Cultura

In linea con la sua scelta pedagogica, negli anni l’Accademia ha sviluppato un proprio distintivo approccio fondato sulla componente corporea. Nella convinzione che l’esperienza diretta e incorporata sia in grado di generare processi di comprensione, riflessione e trasformazione dei contenuti, attraverso il corpo e il movimento – intesi come mezzi di espressione ma anche di conoscenza e di creazione – l’Accademia oltre ai temi più usuali e ludici approfondisce e comunica al pubblico anche questioni complesse e d’attualità.

La focalizzazione su un approccio alle esperienze e alle conoscenze che passa attraverso il corpo e il movimento permette d’interrogare il significato e la posizione del corpo umano in senso culturale e artistico, problematizzando al contempo la normatività e le binarietà che tendono a separare e a gerarchizzare il corpo rispetto alla mente, l’emozionale rispetto al razionale, il maschile rispetto al femminile, le discipline della parola rispetto a quelle del movimento.

L’Accademia sostiene così un profondo e necessario ancoraggio dell’arte con le problematiche culturali e sociali che attraversano il mondo contemporaneo, anche grazie alle sue linee interdisciplinari. La posizione geografica dell’Accademia e la provenienza dei suoi studenti, docenti e ricercatori favoriscono ulteriormente il suo ruolo di polo e crocevia di tradizioni e ambiti culturali diversi, che permettono l’integrazione di prospettive che in altri contesti non sempre riescono a entrare in dialogo.

Diversità

L’Accademia è una scuola aperta a tutti, senza discriminazione di genere, provenienza e cultura, e opera per garantire un’istruzione di qualità – all’interno della formazione di base come in quella continua o dei servizi – nell’ideale di un apprendimento che si estenda lungo l’arco della vita.

In un’ottica consapevole e sensibile alle problematiche di genere e della diversità, l’Accademia lavora quotidianamente con attività di supporto volte a favorire il benessere del corpo studentesco sia all’interno della scuola sia nei confronti del contesto artistico professionale, anche producendo misure specifiche di accompagnamento, per esempio rivolte a studenti e studentesse provenienti dall’estero oppure con una disabilità o con difficoltà specifiche nel loro percorso formativo.

In un contesto più ampio, l’Accademia è da tempo attiva nello sviluppo di progetti di formazione, ricerca o creazione che integrano tematiche legate all’inclusione e alle diversità. Nell’obiettivo di costruire collaborazioni capaci di valorizzare le qualità e i saperi di ognuno all’interno di un percorso comune verso obiettivi condivisi, l’Accademia, sempre fondandosi sull’approccio costituito dal Physical theatre, individua punti di riferimento e sviluppa modalità di azione in grado di costruire processi che consentano la partecipazione di persone con funzionamenti fisici, cognitivi e sociali differenti.

Protezione della personalità

Nella volontà di garantire l’indispensabile sicurezza fisica ed emotiva di collaboratori e collaboratrici della scuola, così come degli studenti e delle studentesse, e al contempo di preservare l’ambizione di una pedagogia capace di rischiare per essere all’altezza della sua vocazione trasformatrice, l’Accademia Dimitri s’impegna a promuovere misure adeguate ed efficaci di prevenzione ed azione, e una cultura della comunicazione basata sul rispetto e la considerazione reciproci.

Principi e obiettivi

L’Accademia si impegna a rispettare e a proteggere la personalità e la salute di collaboratori/trici e studenti/esse, in particolare vigilando affinché nessuno subisca molestie o altri comportamenti lesivi della personalità. Qualsiasi violazione dell’integrità personale compromette il benessere e la salute di un individuo e non è in alcun modo tollerata.

L’Accademia si impegna a proteggere, tutelare e sostenere collaboratori/trici e studenti/esse da qualsiasi forma di discriminazione legata all’identità di genere, all’età, alla cultura, all’abilità e disabilità e all’orientamento sessuale, così come dal mobbing e dalle molestie psicologiche e/o sessuali (siano esse verbali, non verbali e/o fisiche).

In linea con questi principi e obiettivi, l’ATD mette in atto misure e azioni preventive e informative, e stabilisce i processi da seguire nel caso si dovessero verificare azioni lesive della personalità. Tali processi sono esplicitati in appositi regolamenti, che descrivono le possibili procedure da seguire nel caso in cui un/una collaboratore/trice, rispettivamente un/una studente/essa si senta vittima di discriminazione, mobbing o molestia, oppure ne sia testimone.

Regolamento protezione integrità studenti

Direttiva protezione collaboratori

schema supsi procedure

Regolamento protezione integrità studenti

Direttiva protezione collaboratori

Schema Supsi procedure

0
    Il tuo carrello
    Il carrello è vuotoRitorna allo Shop