top of page

In dialogo. Lungo i fili dell’arte, del linguaggio e della comunicazione

'In dialogo', un progetto dell'Accademia Dimitri, del Teatro Zigoia e del Centro di competenza per i bisogni educativi, la scuola e la società (BESS) del DFA/SUPSI, mira a rafforzare la partecipazione culturale e la coesione sociale nella regione attraverso l'attività artistica, in particolare il teatro.

In dialogo. Lungo i fili dell’arte, del linguaggio e della comunicazione

“In dialogo”, un progetto dell’Accademia Dimitri, di Teatro Zigoia e del centro di competenze Bisogni educativi, scuola e società (BESS) del DFA/SUPSI, mira a rafforzare la partecipazione culturale e la coesione sociale del territorio attraverso l’attività artistica, in particolare quella teatrale. Il progetto coinvolge direttamente la popolazione nella pratica artistica, intesa come strumento di trasformazione e di nascita di nuove forme di identità collettiva.

Questo progetto è sostenuto dal Programma Nuovo Noi della Commissione federale della migrazione, volto a rafforzare la partecipazione culturale, la coesione sociale e il sentimento di appartenenza nella società svizzera della migrazione, e dal Programma d’integrazione cantonale (PIC), che ha lo scopo di promuovere le misure per l’integrazione e per il coinvolgimento della popolazione locale.


Sintesi

“In dialogo” si basa sulla convinzione che l’attività artistica possa essere un essenziale strumento di trasformazione e costruzione comunitaria in un determinato territorio, in grado di creare le condizioni per lasciare emergere nuove forme d’identità collettiva. Esso coinvolge direttamente gruppi di persone residenti nel Cantone Ticino – specificatamente nelle valli Onsernone e Centovalli – di genere, età e provenienza differenti (autoctone, da altre regioni della Svizzera, immigrate o con origini migratorie).

L’approccio si basa sul lavoro di gruppo in “laboratori” (o atelier), intesi come spazi di lavoro collettivi aperti alla condivisione e alla sperimentazione: l’ideazione e la realizzazione di attività basate su pratiche artistiche, specie tra teatro e arti visive, favoriscono l’instaurarsi di relazioni profonde e spontanee tra i partecipanti, stimolando l’attitudine a “raccontarsi” e a cooperare per un obiettivo comune. Muovendosi nelle valli e facendo interagire i diversi gruppi di persone nel contesto di pratiche artistiche, il progetto propone una chiave di accesso innovativa, che permette un incontro reale fra le differenti posizioni e culture, senza più compararle ma traducendole, in un dialogo reale e produttivo.


Eventi e laboratori

Il progetto si sviluppa sull’arco di 2 anni (2023-2024) in diversi luoghi delle Centovalli e Onsernone e intreccia due ambiti principali di attività:

  • Nel primo si offre una rassegna diffusa di eventi aperti al pubblico, con lo scopo di agevolare lo scambio e l’integrazione fra i gruppi di partecipanti ai laboratori, le comunità che abitano i territori e coloro che – per ragioni professionali, di studio o turistiche – vivono questi luoghi in maniera transitoria. La promozione di azioni ed eventi coordinati e sinergici, offre anche l’occasione per pensare a nuovi rapporti tra i territori delle Centovalli e dell’Onsernone, così come fra aree urbane e periferiche. L’ampia rete di partner sviluppata per il progetto e la collaborazione con enti già promotori di attività rivolte alla popolazione offrirà un accesso privilegiato alle diverse comunità.

  • Nel secondo vengono condotti laboratori teatrali e artistici, personalizzati a seconda del target, per favorire la creazione di piccoli gruppi di lavoro internamente coesi fra persone di differenti situazioni migratorie e retroterra culturali, ma che abitano nell’area delle due valli, del Locarnese o più in generale del Canton Ticino.




“Verso l’inverno”. Rassegna di eventi culturali, autunno 2023

La prima rassegna di eventi del progetto, dal titolo “Verso l’inverno”, vuole coinvolgere tutte le persone che desiderano accogliere l’inverno insieme. Come? Giocando, camminando e creando insieme, immersi nella natura e nell’affascinante storia di migrazione delle Centovalli e della Valle Onsernone.


TUTTI GLI EVENTI SONO GRATUITI

Per iscrizioni scrivere all’indirizzo mail@teatrozigoia.org indicando:

  • Il nome dell’evento

  • I nomi e il numero dei partecipanti specificando adulti e bambini

  • Indirizzo e-mail e recapito telefonico


Domenica 1 ottobre, ore 10.00-17.00

“Prepararsi all’inverno” – Escursione teatrale

Laboratorio teatrale itinerante con racconti e musica dal vivo sul sentiero storico “La via del Mercato” da Palagnedra a Camedo.

Tutto inizia dal camminare lentamente…  passo dopo passo ci immergeremo nelle impressioni del bosco. Quali ricordi, figure e personaggi emergeranno dai primi giorni autunnali?

Conducono Andrea Valdinocci, regista, attore e formatore, Lianca Pandolfini, attrice, artista pedagoga, e Deborah Jakob, musicista polistrumentista.

Evento rivolto ad un pubblico adulto, con iscrizione obbligatoria.


Sabato 21 ottobre, ore 14.30-17.30

“Ritorno al fiume” – Avventura teatrale

Breve escursione con racconti e musica dal vivo esplorando il percorso degli antichi mestieri tra Borgnone e Lionza. Con il sostegno di Banca Raiffeisen Losone Pedemonte Vallemaggia.

Giochiamo insieme e raccogliamo i materiali che ci dona la natura, riscoprendo i mestieri del passato e immaginando nuove pratiche ingegnose.

Conducono Andrea Valdinocci, regista, attore e formatore, Lianca Pandolfini, attrice, artista pedagoga, e Deborah Jakob, musicista polistrumentista.

Per tutti, adulti e bambini di ogni età, con iscrizione obbligatoria.


Domenica 12 novembre, ore 14:30-18:00

“Intorno al fuoco” – Atelier artistico

Laboratorio di arti visive e spettacolo nell’Atelier Teatro di Camedo.

Trasformiamo con ingegnose tecniche artistiche i materiali raccolti nella natura e ci lasciamo trasportare dal racconto teatrale “Lo straordinario viaggio di Narana”.

Conducono Amelia Prazak, artista visuale e Lianca Pandolfini, attrice, artista pedagoga.

Per tutti, adulti e bambini di ogni età, con iscrizione obbligatoria.


Sabato 2 dicembre, dal tramonto

“Salutare la luce” – Fiaccolata teatrale

Spettacolo itinerante e interattivo a Loco.

Accendiamo le fiaccole ed entriamo nel labirinto delle vie di Loco… La luce se ne va, la comunità si cerca, si unisce… E si raccoglie per affrontare insieme l’inverno, il buio, il freddo, e per sconfiggere la solitudine.

Regia di Andrea Valdinocci.

Per tutti, adulti e bambini di ogni età, con iscrizione obbligatoria.


***


Il progetto sostenuto da Banca Raiffeisen Losone Pedemonte Vallemaggia e dal Percento culturale Migros Ticino


Partner

  •  Accademia Dimitri (Demis Quadri, Veronica Provenzale, Angela Calia)

  •  BESS - Centro competenze bisogni educativi, scuola e società - SUPSI (Laura Rusconi, Nicola Rudelli, Elisa Geronimi)

  •  Teatro Zigoia (Lianca Pandolfini, Andrea Valdinocci, Laura Pallù, Belma Dizdarevic)


In collaborazione con

Comune Onsernone

  • Pro Onsernone

  • Onsernone ARTE

  • Associazione Amici di Comologno

  • Associazione Famiglie per l’Onsernone

  • Centro Sociale Onsernonese

Comune Centovalli

  • Pro Centovalli

  • Atelier Teatro Camedo - Centovalli Festival

  • Casa Anziani regionale San Donato

  • Fondazione Casa Tondü di Lionza

  • Fondazione Terra Vecchia

Museo Centovalli e Pedemonte – Museo Onsernonese

Scuola elementare di Pedemonte, Centovalli e Onsernone

ACLI Servizi Ticino (Associazioni Cristiane Lavoratori Internazionali)

Servizio Integrazione e Volontariato di Croce Rossa Svizzera Sottoceneri

Centro federale d’asilo di Pasture

Fondazione Elisa, Locarno

Osservatorio culturale del Cantone Ticino, UAPCD, DECS

Institut für Weiterbildung und Beratung, FHNW, Brugg-Windisch

Association Documentaire et déployé, Paris

bottom of page