top of page

“Il benessere dell’anziano” attraverso l’arte e la fotografia

Aggiornamento: 13 gen

Nel 2019, l'Accademia Dimitri, in collaborazione con il Dipartimento di economia aziendale sanità e sociale-DEASS (aree sociale e sanitaria) della SUPSI, ha lanciato il progetto "Teatro Benessere Anziani". Coordinato da Demis Quadri e Veronica Provenzale, l'iniziativa si proponeva di sviluppare pratiche teatrali e artistiche mirate a promuovere la salute psichica, il benessere fisico e la partecipazione socioculturale nelle persone anziane.

Il primo obiettivo del programma era quello di utilizzare il teatro come strumento per sostenere l'autonomia e il benessere degli anziani, trasmettendo al contempo un'immagine più valorizzante e dinamica di questa fascia della popolazione. Il teatro, come forma d'arte vivente, offre la possibilità di esprimere e ascoltare, creare legami sociali, esplorare prospettive diverse e condivise, generando allegria e divertimento.

Grazie al coinvolgimento attivo di partecipanti e partner, sono stati organizzati quattro laboratori teatrali pilota presso i centri diurni integrati nelle strutture Tertianum di Bellinzona e Tenero, nel Centro Sociale Onsernonese di Russo e nella Casa anziani Regionale San Donato di Intragna. Nonostante gli ostacoli causati dalla pandemia di Covid-19, i laboratori, guidati inizialmente da Daniele Bianco e successivamente da Anna Kiskanç e Camilla Stanga nel 2022, hanno dimostrato effetti positivi evidenti, generando coinvolgimento e allegria tra i partecipanti.

In riconoscimento dei risultati ottenuti, il progetto ha ricevuto il sostegno del programma d'azione cantonale Promozione Salute Svizzera e della Fondazione Oertli, ottenendo anche il patrocinio di diverse istituzioni locali, come il Servizio di promozione e di valutazione sanitaria (SPVS), l'Ufficio cantonale degli anziani e delle cure a domicilio, Pro Senectute e i Comuni coinvolti.


Mostra fotografica: un'espressione artistica del progetto

Parallelamente ai laboratori teatrali, in collaborazione con il fotografo Reza Khatir, l'Accademia Dimitri ha sviluppato un progetto fotografico per catturare e valorizzare l'esperienza. Le immagini raccontano la condivisione di esercizi, momenti creativi e ludici, evidenziando la personalità e la forza di ciascun partecipante, al di là degli stereotipi associati all'anzianità.

I ritratti e le scene catturate durante i workshop sono stati esposti in quattro mostre fotografiche, curate da Veronica Provenzale e Reza Khatir, allestite nelle sedi dei laboratori. Queste mostre non solo testimoniano l'incontro e la condivisione avvenuti durante i laboratori, ma aspirano anche a promuovere un'immagine più autentica e profonda delle persone anziane, contribuendo così a un cambiamento culturale nella percezione di questa parte della società.




2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page